Parte 4 – I Fratelli Musulmani dentro casa

Abdurahman Alamoudi fratelli musulmani occidente

Quarta parte

I Fratelli Musulmani dentro casa

Di Adrian Morgan

In Gran Bretagna nel 1997, i Fratelli Musulmani fondano l’Associazione Musulmana di Gran Bretagna (Muslim Association of Britain, MAB). Questo gruppo afferma di essere moderato, e di promuovere la missionarismo (dawah) presso i giovani. Il suo fondatore, Kamal Tawfik Helbawy, in quel momento era il rappresentante Europeo della Confraternita. Nato in Egitto nel 1939, fu un membro della Confraternita da quando aveva 12 anni. E’ co-fondatore dell’Assemblea Mondiale della Gioventù Musulmana (World Assembly of Muslim Youth, WAMY) in Arabia Saudita nel 1972 assieme ad Abdullah bin Laden, un nipote di Osama. WAMY è stata accusata di finanziamento di organizzazioni terroristiche, tra cui Hamas. Kamal Helbawy è stato il primo presidente del WAMY.

Nel Novembre del 1997, lo stesso anno in cui era stato fondato il MAB, Helbawy contribuì a fondare il Concilio Musulmano per la Gran Bretagna (Muslim Council for Britain, MCB), che venne ufficialmente inaugurato il 1 Marzo 1998. Come Helbawy afferma in un’intervista del 2005: “Ho giocato un ruolo nella fondazione del MCB. Il nostro obiettivo è che l’MCB rimanga indipendente e che la sua funzione principale sia di rappresentare e proteggere gli interessi dei Musulmani.”

L’MCB godeva di una posizione di prominenza nell’ambito del governo di Blair: i membri più in vista, pur essedno supporter dell’estremismo, agivano come consiglieri di qualsiasi cosa riguardasse l’Islam. Nel Giugno del 2005 il suo segretario generale Iqbal Sacranie ricevette il titolo di cavaliere da Blair, questo nonostante egli fosse un anti-semita che desidera vedere la cancellazione del Giorno della Memoria. Nel 1996, Sacranie supportò i piani per invitare Osama Bin Laden in Inghilterra per tenere una serie di sermoni, affermando che il terrorista era uno “studioso Islamico”. Nonostante il suo boicottaggio della Shoah, Sacranie prese parte ad una funzione commemorativa dello Sceicco Yassin, il fondatore del gruppo terrorista Hamas. Questa funzione venne tenuta nella Moschea Centrale di Londra nel 2004.

Nel 2005, l’MCB persuase Blair a introdurre una legge che avrebbe messo fuori legge la critica dell’Islam, legge che venne castrata in seguito dalla camera dei Lord, la Camera Superiore del Parlamento. Nel Giugno del 2006, l’MCB (non eletto dal popolo) ebbe successo nel convincere il governo Blair (eletto dal popolo) ad abbandonare la sua campagna con cui voleva mettere fuorilegge il matrimonio combinato e forzoso, che annualmente coinvolge circa 250 giovani ragazze Musulmane nella sola Inghilterra.

Il governo è fu manipolato a tal punto dalle ingerenze dei Musulmani in Gran Bretagna, che l’MI6 e l’Ufficio Estero e del Commonwealth arrivarono a corteggiare attivamente i Fratelli Musulmani. Le aperture alla Confraternita furono svolte mediante un’unità chiamata “Gruppo di Ingaggio con il Mondo Islamico” (Engaging With the Islamic World Group, EWIG) fondata nel 2003. L’EQIG fu guidato dall’allora 27enne ex radicale Musulmano noto come Mockbul Ali. Nel Luglio 2006, questo gruppo ha usato i soldi dei contribuenti per permettere la presenza di Yusuf al-Qaradawi, il leader spirituale della Confraternita, ad una conferenza in Turchia. Il 14 Luglio 2005, una settimana dopo l’attacco terroristico Londra, Mockbul Ali sostenne la necessità di un visto per Qaradawi.

Dopo gli attacchi suicidi del 7 Luglio 2005 a Londra, il governo Blair invitò Tariq Ramadan, figlio di Said Ramadan e nipote di Hassan al-Banna, a prendere parte ad un comitato di lavoro. Questo comitato era stato fondato per impedire la radicalizzazione tra la gioventù Britannica. Ramadan non è nemmeno un cittadino Inglese, e secondo Jean Charles Brissard, ha avuto contatti con volti noti del terrorismo nella sua terra natale, la Svizzera. Il governo Inglese sponsorizza un sito web in cui promuove “la via di mezzo radicale” dell’Islam, dove Ramadan ha la sua stessa pagina. A Tariq Ramadan non è tuttora permesso di entrare negli Stati Uniti, nonostante egli affermi di non essere un membro dei Fratelli Musulmani.

Politici USA Ingannati dalla Confraternita

Negli Stati Uniti, un musulmano considerato ufficilamntente un “modeato” creò imbarazzo sia nella destra quanto nela sinistra. Abdurahman Alamoudi, questo il suo nome, seconda la testimonianza del Dr. Michael Waller al Comitato Giudiziario del Senato, era infatti un membro dei Fratelli Musulmani. Nato in Eritrea nel 1951, arrivò negli Stati Uniti nel 1979 e divenne un cittadino USA naturalizzato il 23 Maggio del 1996. Dal 1985 in avanti fu coinvolto in numerosi gruppi filo-Islamici. Nel 1990 fondò in Washington DC il Concilio Musulmano Americano (American Muslim Council, AMC), che Waller afferma “essere stato descritto come un fronte de facto dei Fratelli Musulmani.” L’AMC era affiliata della Fondazione dei Musulmani Americani, anch’essa guidata da Alamoudi. Nonostante questo, nel Giugno 2002 l’FBI definì l’AMC “il gruppo Musulmano più popolare e medio negli Stati Uniti.”

Quello che preoccupa è l’ingenuità delle autorità degli Stati Uniti sotto due diverse amministrazione, che si convinsero dell’affidabilità di Alamousi. Intorno al 1993, egli era consigliere per il Pentagono circa quali religiosi Musulmani dovessero servire sotto l’esercito degli Stati Uniti. Continuò a ricoprire questo ruolo fino al 1998. Dal 1997 agì per il Dipartimento di Stato come “ambasciatore benemerito” nei paesi Musulmani. Era regolarmente presente alla Casa Bianca di Clinton. Alamoudi fece donazioni al Partito Democratico ma era anche aperto a corteggiare l’opposizione.

Nel 1998, come racconta Frank Gaffney, il Repubblicano Grover Norquist formò l’Istituto Islamico, che mirava a reclutare Musulmani e Arabi Americani per supportare il GOP. Alamoudi contribuì economicante sia all’Istituto Islamico e più tardi, nel 2000 e nel 2001, effettuò pagamenti a beneficio di uno studio lobbistico connesso con Norquist.

I collegamenti di Alamoudi con la Confraternita non erano apertamente annunciati, ma nell’Agosto del 1997, egli proclamava su Fox TV che Hamas è una “organizzazione di combattenti per la libertà”. Hamas aveva cominciato i suoi bombardamenti contro i civili Israeliani nel Febbraio del 1996, un anno prima. Il 28 Ottobre 2000, Alamoudi prese parte ad una protesta anti-Israeliana al Parco Lafayette fuori della Casa bianca, dove è stato ripreso mentre afferma “Io sono stato bollato… come supporter di Hamas. C’è nessuno che supporta Hamas qui? Ascolta, Bill Clinton. Noi tutti supportiamo Hamas. Vorrei che aggiungessero che io sono anche un supporter di Hezbollah. C’è nessuno che supporta Hezbollah qui?” Questo è il video:

Poco dopo la protesta alla Casa Bianca, Hillary Clinton restituì una donazione di 1,000$ al suo fondo pro-elezioni, che Alamoudi aveva presentato il 25 Maggio di quell’anno. Alamoudi si imbarcò per un viaggio clandestino di 10 giorni in Libia. Il 28 Settembre 2003, dopo essere ritornato da un’escursione multi-stadio venne arrestato all’Aeroporto Internazionale di Dulles. Venne incriminato con 19 capi d’accusa il 23 Ottobre, tra cui erano presenti il riciclaggio di denaro e le relazioni pubbliche con nazioni canaglia.

Alamoudi venne fermato a Heatrow il 16 Agosto 2003 prima di imbarcarsi in un volo per la Siria, e 340,000$ in valuta Libica vennero sequestrati. Il 30 Luglio 2004 ammise di essere colpevole di tre accuse – violazioni della condizioni che impediscono il trasporto, e il commercio, con nazioni “canaglia” (Libia), incapacità di fornire alla Finanza i dettagli dei suoi guadagni, e falsa testimonianza agli investigatori federali dell’ICE. Il 15 Ottobre 2004 Alamoudi venne condannato a 23 anni di carcere. Disse agli ufficiali di aver fornito denaro Libico a dissidenti con base a Londra per finanziare una cospirazione per assassinare il Principe della Corona Saudita Abdullah.

Dopo aver visto tutto questo, mi chiedo come sia possibile che i politici si fecero ingannare così facilmente da Alamoudi, che dirigeva sedici organizzazioni Islamiste residienti negli Stati Uniti ed era un supporter dei Fratelli Musulmani. Ciò ci fa pensare che i politici USA volessero (e vogliono?) corteggiare la Confraternita. Pochi anni dopo in Egitto, Il Leader (House Majority) Steny Hoyer si incontrò con Mohammed Saad el-Katani, il leader dei 55 membri della Confraternita all’interno del parlamento Egiziano. Hamdi Hassam, il portavoce della Confraternita, disse che Hoyer si incontrò con el-Katani una volta nel palazzo del parlamento e più tardi nella residenza dell’ambasciatore U.s.a. in Egitto.

Il 27 Maggio, una delegazione di quattro membri della Casa del Congresso si incontrarono ancora con Mohammed Saad el-Katani in Egitto. La delegazione era guidata da David Price, un Democratico che rappresenta il North Carolina.

Il Nemico Dentro

Mentre Said Ramadan stava stabilendo basi Europee per i Fratelli Musulmani a Ginevra e a Monaco, azioni simili venivano effettuate negli Stati Uniti. Nel 1962, venne creata un organizzazioni chiamata “Società Culturale”. Fu il primo nucleo dei Fratelli Musulmani a formarsi su suolo Americano. I membri dei Fratelli Musulmani giurarono di mantenere il segreto quando si univano (kitman- taqiyya, dissimulazione) e così i dettagli precisi circa questo gruppo sono sfumati. La Società Culturale cercava reclute principalmente tra gli studenti Musulmani stranieri nelle università occidentali, ad esempio in Illinois, Indiana e Michigan. Il nome “Società Culturale” era stato scelto per distogliere l’attenzione dall’identità della Confraternita. L’anno seguente i Fratelli Musulmani formarono l’Associazione degli Studenti Musulmani (“Muslim Students Association”, MSA), e fino al 1970 proliferò tranquillamente.

Il sito web di un recente gruppo sovvenzionato dalla Confraternita, la Società Americana Musulmana (“Muslim American Society”, MAS) descrive i suoi fondatori come “pionieri” – “La chiamata e lo spirito del movimento raggiunse le spiagge del Nord America con l’arrivo di studenti e immigranti Musulmani nei tardi anni 50 e primi anni 60. Questi primi pionieri e seguaci di movimenti Islamici fondarono nel 1963 l’Associazione degli Studenti Musulmani (MSA) degli Stati Uniti e del Canada come punto di raccordo nel loro sforzo di servire l’Islam e i Musulmani in Nord America. Altri servizi e organizzazioni di diffusione seguirono presto, come il Nort American Islamic Trust (NAIT), l’Associazione Medica Islamica (“Islamica Medical Association”, IMA), l’Associazione Giovanile Arabo-Musulmana (“Muslim Arab Youth Association”, MAYA) e i Giovani Musulmani del Nord America (“Muslim Youth of North America”, MYNA), per citarne alcune.

Tutti i gruppi sopra riportati vennero formati dai Fratelli Musulmani. MYNA venne fondata da Ahmed Elkadi, che era il tesoriere USA della Confraternita dal 1970 fino al 1984, quando ne divenne presidente. Mantenne la posizione fino al 1995, ma da allora lasciò la Confraternita. Non rassegnò le dimissioni dalla sua posizione di presidente della Ikhwan Usa – venne spinto a farlo.

Altri gruppi vennero in seguito fondati dalla Confraternita USA – la Società Islamica del Nord America (“Islamic Society of North America”, ISNA) venne formata negli anni 80 per seguire l’espansione dell’Associazione degli Studenti Musulmani (MSA).

L’Associazione Americana dei Musulmani, sotto la guida della Confraternità, venne incorporata nel 1993 in Illinois. La decisione di incorporare la MAS venne fatta ad un incontro di 40 membri della Ikhwan in un hotel vicino al confine tra gli stati dell’Alabama e il Tennessee. Shaker Elsayed, un capo della MAS, ammise che la Confraternita aveva fondato la Società dei Musulmani Americani, dicendo: “Membri della Ikhwan hanno fondato il MAS, ma il MAS è andato ben oltre la sua idea iniziale.”

MAS ha sede in Falls Church, Virginia, la stessa città dove viveva Abdurahman Alamoudi. Cinque miglia più lontano in Alessandria vi è il quartier generale in America dell’Assemblea Mondiale dei Giovani Musulmani o WAMY, che è stata co-fondata da un membro della Confraternita, Kamal Helbawy. Il 28 Maggio 2004, gli uffici della WAMY vennero ispezionati da agenti dell’FBI, ICE e della Task Force anti-Terrorismo. Un affidavit da un agente della dogana affermava che una pubblicazione del WAMY includeva una sezione chiamata “Ostilità Verso gli Ebrei”, ed affermava: “Gli Ebrei sono i nemici dell’umanità: essi fomentano l’immoralità in questo mondo.” L’affidavit menzionava collegamenti con il WAMY e citava il gruppo terroristico Hamas.


Parte 1 – La fondazione dei Fratelli Musulmani

Parte 2 – La Confraternita, il Nazismo e l’Islamofascismo

Parte 3 – I tentacoli dei Fratelli Musulmani